#109 – Cuba prima della morte di Fidel

Il 1 ° gennaio 1959, dopo il rovesciamento del dittatore Fulgencio Batista, Fidel Castro è diventato il capo dell’isola come Primo Ministro. E’ rimasto il leader del partito comunista sin dal suo inizio nel 1965. Nel 1976, la posizione di Primo Ministro è stata abolita e Fidel è diventato il nuovo presidente della suprema autorità esecutiva a Cuba: il Consiglio di Stato. Da allora, il Comandante ha tenuto le redini del potere nelle sue mani ed è diventato un simbolo della lotta contro l’egemonia americana.

Fidel ha costruito l’unico stato socialista dell’emisfero occidentale, che dopo il crollo del blocco sovietico ha vissuto tempi difficili. Negli ultimi 20 anni, Cuba vive in grande povertà, ma non ha mai abbandonato la sua scelta socialista. Fidel Castro è stato il bersaglio di 637 tentativi di assassinio, un record mondiale assoluto. Voci sulla salute di Fidel sono sempre state abbondanti. Il medico Marcelo Fernandes, fuggito dall’isola, ha affermato che il comandante è stato operato in Egitto nel 1989. E ‘stato assistito per eliminare gli effetti di una emorragia cerebrale e gli è stato diagnosticato un cancro al colon. Nel 2005, un rapporto della CIA ha rilasciato informazioni che affermano che dal 1998 Castro soffre del morbo di Parkinson. Almeno tre volte sono apparsi dei messaggi sulla morte di Fidel, rispettivamente nel 1986, 1994 e 2007. Ogni volta le informazioni si sono dimostrate false. Tuttavia, sono emersi gravi problemi di salute legati all’età. A fine luglio del 2006, appena tre settimane prima del suo 80 ° anniversario, Fidel è stato ricoverato in un ospedale. Ha subito un intervento chirurgico complicato all’intestino, e per qualche tempo il Comandante ha trasferito la più alta carica al fratello. Nell’autunno del 2006 la salute di Fidel è diventato un segreto di Stato e solo occasionalmente è apparso alla televisione cubana per dimostrare che era ancora vivo. All’inizio del 2008, l’impossibile è accaduto. Fidel ha annunciato la sua decisione di lasciare la carica di Presidente del Consiglio di Stato e Comandante Supremo. Il governo è stato trasferito nelle mani del fratello Raul.  Nel 2009, aprendo un primo spiraglio, Obama ha revocato una serie di restrizioni, agevolando per esempio i viaggi degli americani che hanno famiglia sull’isola caraibica e l’invio delle rimesse. Poi, a segnalare il desiderio di un disgelo, la ‘storica’ stretta di mano con Raul Castro ai funerali di Nelson Mandela. Qualcosa sta cambiando. 17 Dicembre 2014: Barack Obama e Raul Castro annunciano l’intenzione di collaborare per togliere l’embargo americano su Cuba, l’isolamento non ha funzionato. Fidel non approva ma le sue condizioni di salute non gli permettono di intervenire. Così è iniziato un lento processo di normalizzazione nelle relazioni tra Cuba e gli Stati Uniti d’America che, per rispetto nei confronti di Fidel, culminerà con l’abolizione totale dell’embargo solo ed esclusivamente alla morte del leader storico di Cuba. E Cuba non sarà più la stessa. Se mentre leggi questo articolo Fidel Castro è ancora in Vita, prendi subito un aereo per l’Havana e vai a visitare il volto di un’isola che non avrai mai più occasione di vedere. Mai più e in nessun dove.

#109 - Cuba prima della morte di FidelGip